Colpo di scena in FI, Vincenzo Piscitelli nuovo supervisore cittadino

Vincenzo Piscitelli, Forza Italia - Somma Vesuviana

V. Piscitelli, Forza Italia Somma

S’ingarbugliano i nodi nel centrodestra sommese. A sorpresa, ma nemmeno tanto, Vincenzo Piscitelli diventa “supervisore di tutte le iniziative politiche ed organizzative propedeutiche allo svolgimento delle elezioni amministrative nel comune di Somma Vesuviana”. Ad investire del compito il capogruppo consiliare dei forzisti nell’aula di Palazzo Torino direttamente Domenico De Siano, responsabile regionale di F.I.. Sarà quindi responsabilità di Piscitelli “tenere i contatti con gli esponenti della costituenda coalizione elettorale- si legge nella nota firmata dal senatore forzista- al fine di elaborare una proposta di candidatura alla carica di sindaco da sottoporre al vaglio dei vertici regionali”. Dunque un nuovo colpo di scena spariglia il tavolo delle future alleanze politiche a Somma Vesuviana. Infatti l’eterna lotta per ottenere il simbolo di F.I., che si combatte lontana dalla cittadina sommese, è la chiave di volta per il riassestamento dell’intero centrodestra locale. In effetti cosa è successo tra i berluscones?. Entro il 31 marzo gli “eletti istituzionalizzati” ai vari livelli dell’ormai ex Pdl dovranno decidere se entrare o meno in Forza Italia. A quel punto, dopo aver riorganizzato la truppa dei “rappresentanti istituzionali”, partirà il tesseramento dei militanti che sfocerà nei congressi sia provinciali che cittadini. Di qui la volontà di accelerare con una carica, quella ricoperta da Piscitelli a Somma Vesuviana, che mettesse ordine nel partito. <<E’ vero- ammette Piscitelli- che la volontà è quella di stabilizzare il partito ad ogni livello. E per questo invito tutti i rappresentanti istituzionali che avessero interesse a lavorare sotto l’egida di Forza Italia a tesserarsi>>. Sulle futuribili alleanze che dovrebbero, presumibilmente, costruire una coalizione di centrodestra con Fi protagonista il neo-supervisore è chiaro: <<Siamo aperti a tutti affinché si costruisca una coalizione che riesca a governare questa città come merita>>. Ora bisognerà capire cosa accadrà nell’aula di Palazzo Torino. Piscitelli è capogruppo dei forzisti in aula. Con lui Paola Raia e Giamartino Maiello i quali hanno aderito a Forza Campania a livello regionale e nazionale, ma non hanno effettuato alcuna dichiarazione in consiglio. Poi c’è da capire la posizione di Antonio Granato, anche lui mosso da aspirazione per concorrere a sindaco della città. Ed infine c’è da comprendere, sempre nell’ambito dei berluscones, se il tentativo di ottenere il simbolo di Fi da parte di Pasquale Piccolo sia vero oppure sia solo frutto di voci di corridoio costruite ad arte per destabilizzare i fragili equilibri del centrodestra locale.

Nato nel 1981, ottima annata, sotto il segno della Bilancia.
Giornalista e blogger alle falde del Vesuvio.

    Seguimi su:
  • facebook
  • twitter