Elezioni Europee, Daniela Garofalo ritira la sua candidatura in Fi

Alla fine si è ritirata in extremis. Daniela Garofalo non sarà candidata alle europee del 25 maggio prossimo. Sfuma quindi l’idea di avere come protagonista al parlamento europeo una sommese. Alla Garofalo infatti era stato proposto un seggio nel collegio Sud, ma alla fine in zona Cesarini ha rinunciato. La Garofalo già alle scorse amministrative comunali era stata  candidata in Forza Italia a sostegno di Paola Raia ed aveva raccolto 255 preferenze. Berlusconiana di ferro, data nel cerchio magico della Pascale e  ribattezzata dalla stampa “la Dea dei confetti”, col marito Nicola Prisco gestisce infatti l’azienda dolciaria Prisco che ha lanciato il famoso confetto Maxtris. Ci dovrebbe essere invece Simona Capasso, industriale metalmeccanica. La lista vedrebbe come “big” della politica Aldo Patriciello, l’ex governatore della Puglia Raffaele Fitto e Fulvio Martusciello coinvolto nell’inchiesta rimborsopoli della Regione Campania. Confermati invece Enzo Rivellini e i pugliesi Raffale Baldassarre e Barbara Matera. Con loro il sempiterno Clemente Mastella. La sorpresa è Alessandro Cecchi Paone, già candidato con Forza Italia nel 2004, prima di fondare un movimento a favore dei gay con Franco Grillini e di aderire alla Costituente socialista di Boselli. Intanto si ritira dalle corse alle amministrative Forza Campania. <<Militanza, passione e impegno politico”, ha annunciato la capogruppo in consiglio regionale Paola Raia, “non sono mai stati messi in discussione in questi vent’anni in Forza Italia, per questo abbiamo deciso, nelle ore più difficili del presidente Silvio Berlusconi, unico nostro leader, di accogliere il suo invito a non presentare liste di FC alle prossime amministrative. Il prezzo che il nostro presidente sta personalmente pagando per la decisione di difendere quei principi di democrazia e libertà nei quali si riconoscono tutti i moderati è enorme; è pertanto, dovere di tutti noi essergli accanto in questo momento, aiutandolo a perseguire l’obiettivo dell’unità e della coesione del partito>> ha concluso la rappresentante della forza politica orfana di Nicola Cosentino finito qualche giorno fa dietro le sbarre.

Nella foto Daniela Garofalo con Paola Raia

daniela garofalo1

Nato nel 1981, ottima annata, sotto il segno della Bilancia.
Giornalista e blogger alle falde del Vesuvio.

    Seguimi su:
  • facebook
  • twitter