Chiesa Collegiata

Facciamo presto, salviamo la chiesa Collegiata dell'Antico Borgo Casamale

Adesso bisogna far presto. Bisogna lottare per ridare splendore alla chiesa Collegiata dell’Antico Borgo del Casamale, punto di riferimento per i fedeli cattolici della città, ma anche e soprattutto perla dei Beni storici ed architettonici dell’intera regione Campania. L’appello è rivolto a tutti: innanzitutto ai rappresentanti delle Istituzioni cittadine, purtroppo assenti in questi mesi d’emergenza; poi ai singoli cittadini ed infine alle associazioni del territorio che hanno a cuore le sorti del paese. Di seguito riportiamo uno stralcio  della lettera aperta di padre Costanzo Nganga, presidente del “Comitato Salviamo La Collegiata”, ai consiglieri e agli assessori del comune di Somma Vesuviana:

<<Carissimi, non occorre essere in tanti per realizzare un grande progetto, ma è necessario la condivisione di una volontà di un percorso comune; come avete certamente saputo, al momento la nostra Collegiata è chiusa a seguito delle problematiche di sicurezza derivanti dal distacco di parti del cassettonato ligneo, di notevole pregio storico-artistico-architettonico. La chiusura della chiesa è stato un atto necessario, non procastinabile, per garantire la siicurezza e l’incolumità dei fedeli, ma anche per avviare le attività necessarie all’eliminazione del pericolo.

[…]Nei mesi scorsi il sottoscritto, insieme ad altre persone, sensibili e disponibili, ha costituito il comitato “Salviamo La Collegiata”, regolarmente dichiarato all’Agenzia delle Entrate con codice fiscale 95192260636, con il fine di attivare tutte le iniziative necessarie per la riapertura della Collegiata. Nelle scorse settimane sono state messe in campo alcune iniziative che hanno consentito di raccogliere fondi per l’avvio dei lavori di montaggio del ponteggio. A tale scopo il comitato ha aperto un conto corrente bancario presso la locale agenzia del Monte dei Paschi di Siena con codice Iban IT93Y0103040250000000947014, a firma di tre persone del Comitato (tra le quali il sottoscritto) anche per garantire la massima trasparenza nella gestione dei fondi.

Questo è solo il primo passo che sarà seguito dall’incarico ad un’azienda di restauro per la messa in sicurezza, l’eliminazione ed pericolo ed il consolidamento del cassettonato ligneo.

Per raggiungere l’obiettivo occorre il valido contributo economico che chiedo con la presente nella speranza di riaprire la chiesa in occasione delle prossime Festività Pasquali durante le quali la nostra Collegiata ha sempre svolto un ruolo centrale, a partire dalla processione del Venerdì Santo.

Colgo l’occasione per un caloroso saluto a tutti voi>>

P.S. Chiunque avesse un’idea o volesse ulteriori informazioni potrà scrivermi su [email protected] Ogni questione sarà girata ai rappresentanti del Comitato. 

 

Nato nel 1981, ottima annata, sotto il segno della Bilancia.
Giornalista e blogger alle falde del Vesuvio.

    Seguimi su:
  • facebook
  • twitter