I Lavori pubblici a Somma Vesuviana perdono il pelo, ma non qualche vizietto…

Quel grande, famelico, lupo, che potremmo paragonare ai lavori pubblici sommesi, perde il pelo, ma non il vizio. Secondo indiscrezioni infatti ieri i carabinieri di Somma Vesuviana sono intervenuti presso l’istituto scolastico Termini di via Mercato perché c’erano lavori in corso senza nessuna autorizzazione. Alcuni testimoni hanno raccontato che i militari dell’Arma sarebbero entrati in azione durante il normale svolgimento delle lezioni proprio mentre una ditta, che spesso esegue lavori per il Comune sommese, stava aggiustando i bagni. Al momento non si conoscono i provvedimenti degli inquirenti e nemmeno si sa chi abbia commissionato i lavori alla ditta. Quest’ultima qualche mese fa fu pizzicata senza alcuna autorizzazione scritta a montare delle griglie e delle fontanine nell’area mercatale di San Sossio per conto dell’ente di Palazzo Torino. In quel caso furono trovati lavoratori in nero ed automezzi senza assicurazioni. Continua dunque il guazzabuglio tecnico amministrativo che coinvolge i “lavori pubblici” del comune sommese. Chi ha incaricato la ditta di intervenire in una scuola pubblica: i titolari dello stabile o qualche incauto dirigente comunale? Magari sarà lo stesso che qualche mese fa ordinò la sostituzione delle griglie al mercato senza nessun documento scritto? Inoltre, perché si continua a puntare proprio su questa impresa locale nota ai più per la scarsa affidabilità? Scusate, ma le ditte fiduciarie del comune come vengono scelte? In base a quali criteri? Per la simpatia, l’amicizia, la professionalità, il clientelismo, l’efficienza, la funzionalità, l’aspetto estetico, l’impegno nello sport, la generosità? Ed inoltre perché c’è sempre un silenzio assordante da parte di tutti sulle questioni riguardanti i lavori pubblici? Ricordate l’affaire Sodano? O via Gino Auriemma? Di via Domenico Penna? Chi si è inghiottito queste storie? Dove sono i protagonisti?

Nato nel 1981, ottima annata, sotto il segno della Bilancia.
Giornalista e blogger alle falde del Vesuvio.

    Seguimi su:
  • facebook
  • twitter