Le liste che sostengono Raffaele Allocca, chi resta alla finestra?

Cominciamo un’analisi sommaria delle liste e delle coalizioni che sostengono i vari candidati sindaco. Partiamo dal sindaco Raffaele Allocca, dato per grande favorito nella prossima tornata (almeno fino al ballottaggio, poi da lì cambiano i criteri di valutazione).

La lista più forte della coalizione è senza ombra di dubbio Forza Somma. Il primo cittadino dentro, a mio avviso, ci ha messo tutti gli elementi che gli sono stati più fedeli più Antonio Granato, scelto come capolista, in virtù della sua decisione di seguire lui e non il simbolo del Pdl affidato dal partito berlusconiano a Paola Raia. In Forza Somma infatti sono 7 consiglieri uscenti (compreso Granato che si dimise quando andò a fare il difensore civico in Provincia) ed un assessore Pasquale Di Mauro. Con la lista “Allocca sindaco per Somma” gli uscenti sono due: Antonio Parisi e Vittorio De Filippo. Con loro l’assessore Lello Angri. In Noi Sud Mauro Polliere e Costantino Beneduce gli uscenti. Nel Campanile ci finisce Sergio D’Avino ed in Somma Domani Pasquale Auriemma. In Alleanza per Somma tutti riconfermati tranne Alessandro Cimmino non candidato. Tutto ciò che significato può avere? A mio avviso, ma è un’opinione opinabilissima, il primo cittadino ha fatto un mezzo capolavoro politico. Tralasciando il fatto che Forza Somma debba ottenere più voti del Pdl, per ovvie ragioni vista la “megalomania” di un uomo che non lesina di deporre targhe commemorative che portano il suo nome e che saranno lascito per i posteri (manco De Gasperi l’ha mai fatto, manco i De Gaulle, i Churchill e così via, per citare alcuni esempi), c’è un aspetto puramente politico che dà brillantezza all’operazione. Gli uscenti sparsi nelle varie formazioni dovranno correre e non poco per riconfermare il proprio seggio nella consapevolezza, comunque, che qualcuno di loro resterà a piedi. E con loro dovranno battere il territorio tutti i candidati in lizza perché solo con un’alta affermazione della lista ci sono speranze di ottenere quanti più seggi è possibile. E con un listone spietato come quello di Forza Somma in parecchi alla fine saranno piuttosto in difficoltà a riconfermarsi nell’assise di palazzo Torino. Insomma, il sindaco Allocca ha incastrato tutti dimostrando, ancora una volta, di essere più scaltro e fortunato di quanto non dica e non si dica in giro.

Nato nel 1981, ottima annata, sotto il segno della Bilancia.
Giornalista e blogger alle falde del Vesuvio.

    Seguimi su:
  • facebook
  • twitter