Ma Tosel come ha fatto a non sentire il coro antisemita degli impunibili juventini?

La cosa più sensata, dopo l’ennesimo, indecoroso spettacolo andato in scena allo Juventus Stadium, lo stadio degli Impunibili, l’ha detta Mariella Scirea, vedova del compianto Gaetano, campione dentro e fuori da un campo di calcio. La signora sarebbe disposta a ritirare l’intitolazione della curva sud bianconera a suo marito Gaetano se continueranno ad essere intonati cori beceri ed esposti striscioni offensivi in quel settore dello Juventus Stadium. Cori che non sono stati ancora puniti dal giudice sportivo Gianpaolo Tosel il quale ha scritto alla Procura federale:  “Letta – si spiega nel comunicato emesso dal giudice- la relazione dei collaboratori della Procura federale nella quale, tra l’altro, si riferisce che nel corso della gara, ed in particolare nei primi dieci minuti del primo tempo, una parte dei tifosi stipati nella Curva Sud della Juventus intonava un coro le cui parole non sono state percepite dagli scriventi (sic!) e comunque non erano distinguibili a causa del brusio (doppio sic!) creato dalle 40.000 presenze di spettatori”; “considerato che tale insultante coro, dal biasimevole tenore antisemita, è sufficientemente intellegibile nel file-video allegato come relazione integrativa dalla stessa Procura federale – prosegue Tosel – manda al Procuratore federale affinché voglia acquisire, anche tramite l’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive presso il Ministero dell’Interno, e di riferire a questo Giudice ogni ulteriore circostanza utile per valutare la dimensione e la percettibilità di tale condotta, nonché in merito all’esposizione nel settore occupato dai sostenitori della soc. Fiorentina di una sorta di manifesto dal tenore asseritamente insultante la memoria della tragedia dell’Heysel”. Dunque dopo il Vesuvio, dopo Superga e dopo i cori antisemiti, per punire gli impunibili juventini bisogna far ricorso alla Procura federale. Ancora un atto di debolezza di Tosel dunque che sembra sempre fare orecchie di mercante quando si tratta di toccare i bianconeri. Resta la lezione della signora Mariella. A lui e pure alla società degli Agnelli impegnata a sfottere gli avversari, come un qualsiasi avventore di un “bar dello sport”, ma non a chiedere scusa per le porcate dei propri tifosi.

Aforismi: A che giova il potere al potente se non ne abusa? G.C.

Musiche: Il coro antisemita degli juventini rivolto ai fiorentini. Fonte: YouTube

Nato nel 1981, ottima annata, sotto il segno della Bilancia.
Giornalista e blogger alle falde del Vesuvio.

    Seguimi su:
  • facebook
  • twitter