“Politici che odiano i cittadini”, quando le piazze sono vuote e le urne invece piene

Mi piacerebbe aprire un dibattito sulla questione della partecipazione popolare al voto di queste amministrative. Avevo scritto di una orribile campagna elettorale e del fatto che la politica oggi non ha davvero nulla da dire, non sui programmi, quelli si trovano a buon mercato ovunque e sono slegati da retroterra ideologici, ma all’animo ed al cuore delle persone. In sostanza per me il paradigma “della gente stufa dei politici” non vale, ma vale l’opposto: “la politica è dei suoi elettori”. Poi arriva il dato dell’affluenza e allora si comprende bene che in sostanza la mia teoria è piuttosto praticabile. Sì perché se è vero che c’erano oltre 300 candidati, ma è anche vero che nei seggi si sono presentati in oltre 21mila. Dunque il numero, pari ad oltre l’81 per cento degli aventi diritto al voto, è ottimo rispetto agli scenari apocalittici disegnati durante la campagna elettorale che in verità si è contraddistinta più per lo scarso entusiasmo che non per le piazze vuote intorno ai politici. Voi cosa ne pensate?

foto berlusconi

Nato nel 1981, ottima annata, sotto il segno della Bilancia.
Giornalista e blogger alle falde del Vesuvio.

    Seguimi su:
  • facebook
  • twitter