Salvatore Piccolo, segretario GD Somma

"Primarie e un nuovo centrosinistra", ecco la ricetta di Salvatore Piccolo, nuovo segretario dei Gd sommesi

Tra le “primarie” e la costruzione di un nuovo “centrosinistra” in città. E’ chiara la ricetta di Salvatore Piccolo, 25 enne studente di ingegneria, nuovo segretario dei Giovani Democratici, il movimento giovanile del Pd, di Somma Vesuviana. Per il nuovo segretario l’investitura è arrivata all’unanimità tra i giovani militanti dei Gd. <<Sono contento per l’onore e l’onere affidatomi da chi mi è vicino>> è stato il commento a caldo del neo responsabile. <<E’ giunto il momento che i giovani si facciano sentire, che dicano la loro sugli aspetti che riguardano la loro cittadina. Sono diversi mesi che lavoriamo per riuscire a creare il circolo dei Giovani Democratici a Somma Vesuviana. Abbiamo cominciato occupandoci di temi come quello della raccolta delle firme per l’istituzione del registro dei tumori in Campania e siamo finiti a programmare il futuro delle nostra città>>. In particolare Piccolo fa riferimento a temi riguardanti soprattutto Somma Vesuviana, a pochi mesi dalle amministrative. << Già da tempo abbiamo messo in cantiere , da un’idea nata dal nostro consigliere comunale Giuseppe Auriemma , un tavolo tecnico sullo sport seguendo la tecnica dei focus-group , invitando tutte le realtà sportive del nostro territorio a confrontarsi per dare il via ad un lavoro di ricerca circa lo sviluppo e la capillarizzazione dello sport a Somma Vesuviana. Ancora- afferma il giovane democrat- vogliamo dare vita alla mappatura dei luoghi d’interesse culturale della nostra città , e vogliamo cominciare questo percorso con l’apertura , per una giornata , della Villa Augustea e poi magari continuare con tutti gli altri luoghi storico-culturali come il Castello D’Alagno>>.

Il giovane però focalizza la sua attenzione anche sulla prossima tornata elettorale:<< Credo che il nostro partito, il Pd, abbia bisogno di un cambio di marcia. Non è possibile- ammonisce Piccolo- che a tre mesi dalle elezioni ancora non si apra un tavolo con i suoi interlocutori politici. Credo che bisogna mettere subito in piedi una discussione. In primis con la Città Cambia che è la forza progressista a noi più vicina e di cui apprezzo moltissimo l’operato. In secondo luogo, ed in accordo con La Città Cambia, aprire ad altri interlocutori politici , e immediatamente creare i presupposti per fare delle primarie di coalizione aperte alla popolazione in cui ogni partecipante diventi portavoce di un progetto che propone alla città. Primarie- conclude il segretario- che devono essere uno strumento di aggregazione politica , garantendo anche nella successiva campagna elettorale la partecipazione a pieno regime dei membri e delle liste che fanno parte della coalizione con apposite regole chiarite antecedentemente. Immediatamente dopo di esse sarebbe bello stilare un’ unico programma della coalizione che contenga i punti migliori di tutti i programmi già presentati durante le primarie>>.

Aforismi: “I giovani non hanno bisogno di sermoni, i giovani hanno bisogno di esempi di onestà, di coerenza e di altruismo”. Sandro Pertini.

Musiche: “Enzo Jannacci – Ci Vuole Orecchio”

 

Nato nel 1981, ottima annata, sotto il segno della Bilancia.
Giornalista e blogger alle falde del Vesuvio.

    Seguimi su:
  • facebook
  • twitter