Riunioni, patti segreti e primarie. Ecco dove va la politica sommese…

La prossima settimana si potrebbe delineare meglio il quadro delle future alleanze per le amministrative del 25 maggio. Al momento ci sono solo voci che rimbalzano da un marciapiede all’altro e riunioni nelle quali si parla d’intenti, ma non si chiudono accordi. Il tutto nell’attesa che anche la politica nazionale e regionale, soprattutto nel centrodestra, renda più chiara la situazione. Ma andiamo con ordine partendo proprio dal centrodestra. Nell’attesa che si chiarisca l’annosa guerra tra Forza Campania e Forza Italia che potrebbe avere riflessi anche sulle alleanze amministrative i forzisti locali cominciano a fare quadrato intorno al partito. Ieri infatti c’è stata una riunione di buona parte dei consiglieri che sostengono l’amministrazione Di Sarno (quest’ultimo era presente all’incontro). In sostanza si sarebbe deciso di fare quadrato partendo dal famoso “tesseramento per i rappresentanti istituzionali” che si chiuderà il 31 marzo prossimo. Quindi l’ipotesi avanzata da Antonio Granato- <<La truppa di forzista potrebbe contare almeno 11 consiglieri comunali>>- è più di una chiacchiera da bar. Al tavolo si sarebbe parlato anche della possibilità, non remota in verità, di vedere Pasquale Piccolo tesserato in Forza Italia. E’ da giorni che oramai si sussurra che sarebbe proprio Piccolo, spinto dal deputato Paolo Russo, in pole per ottenere il tanto agognato simbolo di Fi. Al momento il consigliere di Aurora ha smentito l’ipotesi, ma una sua investitura in Fi, con conseguente passo indietro di Antonio Granato, cambierebbe gli scenari delle prossime amministrative nel centrodestra. Ma se il blocco Fi lavora intorno ai consiglieri comunali c’è un altro blocco di centrodestra che si muove. E’ quello che vedrebbe in campo Forza Campania, Lista Cuore, Fratelli d’Italia e, ma al momento è solo un’ipotesi, Progetto Somma. I quattro soggetti starebbero lavorando ad un’ipotesi primarie per scegliere il proprio candidato sindaco. Nel centrosinistra invece manca ancora un tassello: il mister X di area renziana che dovrebbe completare la squadra dei candidati alle primarie del Pd. Il nome caldo sarebbe quello di Crescenzo De Falco (che potrebbe tirare la volata ad un altro soggetto nel caso in cui trovasse la strada sbarrata tra i democrat). La riunione di stasera nella sezione “Rosanna Cimmino” potrebbe sciogliere il nodo. Restano al momento come certezze le candidature di Giuseppe Auriemma del Pd e Lorenzo Metodio de La Città Cambia, mentre bisognerà aspettare la prossima settimana per capire se dal cartello per le primarie, composto anche da Somma Attiva e Psi, possa emergere qualche altro nome a sorpresa.

 

Nato nel 1981, ottima annata, sotto il segno della Bilancia.
Giornalista e blogger alle falde del Vesuvio.

    Seguimi su:
  • facebook
  • twitter