Somma Vesuviana, nel prossimo e delicatissimo consiglio comunale si deciderà…

Sarà un consiglio comunale ricchissimo di spunti quello che andrà in scena lunedì prossimo dalle 9,30 nell’aula di Palazzo Torino. Il primo dopo mesi di assenza dall’aula legislativa sommese ed il primo da quando è scomparso il sindaco Raffaele Allocca. Al suo posto Salvatore Di Sarno il quale dovrà innanzitutto testare la tenuta della maggioranza. Lista Cuore con un documento protocollato qualche settimana fa dichiarò di passare dall’altra parte della barricata. Dei quattro consiglieri comunali, De Filippo, Prisco, Parisi ed Angri, solo i primi sembrerebbero disposti a non presentarsi, mentre per gli altri ci sarebbe il classico dietrofront. Poi bisognerà capire, dopo settimane di lotte intestine, culminate con un azzeramento della giunta e con la sua ricomposizione, quale sarà l’atteggiamento dei vari gruppi nell’assise consiliare di Palazzo Torino. In particolare ci sarà grande curiosità di capire se Vincenzo Piscitelli, nominato supervisore di Forza Italia per le operazioni pre-elettorali delle amministrative di maggio e presente al fianco di Domenico De Siano al convegno degli stessi forzisti cittadini voluto da Antonio Granato, farà da stampella alla maggioranza o continuerà il suo percorso tra le fila delle opposizioni. Stessa curiosità vale anche per Paola Raia e Gianmartino Maiello, anche loro eletti nel Pdl e passati in Forza Italia, (anche se fondamentalmente questi ultimi due hanno sposato la causa dei cosentiniani di Forza Campania). Ma il prossimo consiglio comunale sarà anche ricco di spunti amministrativi. Oltre alle risposte alle interrogazioni dei consiglieri di minoranza infatti ci sono alcuni punti all’ordine del giorno piuttosto importanti. Innanzitutto dovrà essere approvato il piano di zona delle Politiche Sociali. Poi dovrebbe essere votato il progetto della cittadella scolastica da farsi sui terreni comunali di via Giulio Cesare (che smentisce l’altro progetto varato dalla scorsa amministrazione, della quale facevano parte gli stessi consiglieri che siedono oggi tra gli scranni di palazzo Torino, e che prevedeva la costruzione della cittadella nell’alveo di via Malatesta n.d.r.). Inoltre ci dovrebbe essere la discussione sulla proposta del Partito Democratico di sorteggiare gli scrutatori per amministrative ed europee. E proprio questa idea potrebbe raccogliere i consensi trasversali in aula. <<In un momento come questo è giusto che si tenga in considerazione la proposta di sorteggiare gli scrutatori per ragioni di trasparenza>> ha affermato Giuseppe Sommese il quale ha anche annunciato che sul tema Forza Somma, il movimento politico di cui fa parte, voterà sì. Il tutto ovviamente nell’attesa che si delineino gli scenari futuri per le prossime amministrative dove, con ogni probabilità, potrebbe non mancare dei grossi colpi a sorpresa.

Fonte Foto: Rete

somma-vesuviana2

Nato nel 1981, ottima annata, sotto il segno della Bilancia.
Giornalista e blogger alle falde del Vesuvio.

    Seguimi su:
  • facebook
  • twitter