Violenza sulle donne, tutto quello che gli uomini non dicono.

Diciamoci la verità: noi uomini parliamo davvero troppo poco della violenza sulle donne. Dagli omicidi alle ossessioni che si trasformano in azioni da stalker. Dalle silenziose e dolorose violenze domestiche agli episodi odiosi di machismo, ci lasciamo scivolare addosso tutto piuttosto velocemente. E così facendo dimostriamo di avere una sensibilità nei confronti di questo tema almeno una tacca sotto la coscienza di certi politici. Ed una in-sensibilità resta tale se non si attivano gli anticorpi adeguati. Dalle chiacchiere da bar all’incontro con specialisti. Da associazioni ad hoc ad incentivi alla creazione di sportelli pronti a ricevere e recepire i segnali di malessere e squilibrio che noi uomini viviamo nei confronti dell’altro sesso. Tutto purché le nostre debolezze e distorsioni comincino a diventare materia di dibattito spiccio. Ecco per esempio, nei Piani Triennali di Zona delle Politiche Sociali della nostra regione, si potrebbero individuare degli interventi in tal senso. Si potrebbero inserire, nelle reti associative che si occupano di prevenzione e sostegno alle donne vittime di violenza, dei supporti anche verso quegli uomini il cui percorso “affettivo e relazionale” è distorto. O magari gli assessori al ramo dei vari Enti territoriali, unitamente a quelli alle Pari Opportunità, potrebbero individuare ed incentivare la nascita di strutture in grado di supportare noi uomini quando, trovandoci sul baratro o vivendo male la nostra situazione affettiva, non conosciamo altra soluzione che muovere violenza, fisica e psicologica, nei confronti dell’altro sesso. Ecco, potremmo cominciare da un gesto semplice e simbolico come una buca delle lettere nella quale far sfogare e supportare quelli che stanno toccando il fondo. Insomma, bisognerebbe ribaltare il paradigma secondo il quale la violenza sule donne è un problema soltanto femminile. Non è così, siamo anche noi uomini tragici attori di questa piaga sociale che media e social network stanno portando alla ribalta più che in passato. Ed allora facciamo presto perché l’elenco di vittime continua ad ingrossarsi. Giorno dopo giorno, violenza dopo violenza.

Aforisma: Chi è nell’errore compensa con la violenza ciò che gli manca in verità e forza. W.G.

Musiche: “Se sarà femmina” di Rebi Rivale.

violenza_donne

Nato nel 1981, ottima annata, sotto il segno della Bilancia.
Giornalista e blogger alle falde del Vesuvio.

    Seguimi su:
  • facebook
  • twitter